Cardi fritti alla Toscana

CARDI FRITTI ALLA TOSCANA

I “cardi fritti alla Toscana” sono un contorno tipico della mia regione, morbidi dentro e con una crosticina croccante all’esterno. Ideali come accompagnamento a secondi piatti di carne o pesce.

I cardi o cardone o gobbi o carciofi selvatici danno il meglio di se nel periodo invernale, in quanto per la raccolta bisogna aspettare le gelate mattutine che rendono questa verdura particolarmente tenera e gustosa.

Cardi fritti alla Toscana

Cardi fritti alla Toscana

INGREDIENTI per 4 persone

1 cardo di circa 800 gr

2 limoni

2 uova

2-3 cucchiai di farina

sale, pepe

olio di semi di arachidi

INIZIAMO A CUCINARE

Puliamo i cardi eliminando il torsolo, le foglie in alto e i gambi più duri, tagliamoli a pezzi lunghi circa 7-8 cm e con un coltellino raschiamoli ed eliminiamo la parte filosa. Man mano che sono pronti buttiamoli in acqua fredda con 1 limone strizzato per non farli annerire.

Portiamo a bollore una pentola di acqua con il succo di 1 limone e il sale, immergiamo i cardi e facciamo cuocere per circa 40 minuti, fino a quando risultano morbidi.

Scoliamoli e facciamo raffreddare su un canovaccio.

Nel frattempo prepariamo la pastella rompendo in una bacinella le uova, uniamo il sale, il pepe e la farina, mescoliamo con una forchetta fino ad avere un composto liscio e senza grumi.

Passiamo i cardi nella pastella rigirandoli per ricoprirli in tutte le sue parti.

Friggiamoli in olio profondo e ben caldo, rigirandoli fino a doratura.

Scoliamoli e sistemiamoli su carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso.

Serviali subito ben caldi e croccanti.

I nostri “cardi fritti alla Toscana” sono pronti da gustare.

BUON APPETITO!

I commenti sono chiusi.